Stefano Bessoni

Gli scarabocchi di STEFANO BESSONI

Stefano Bessoni è un contemporaneo regista, animatore ed illustratore romano, anche se preferisce essere considerato “scarabocchiatore”.

I disegni che realizza sono influenzati dai suoi studi di biologia, dagli interessi per la zoologia, l’anatomia e sopratutto da diverse opere letterarie (tra cui molte fiabe) e dalle camere delle meraviglie.

(altro…)

Petites Curiosités, Christophe Mazuyet

Petites Curiosités, CHRISTOPHE MAZUYET

Petites curiosités.com è il sito di un progettista e designer: Christophe Mazuyet, specializzano nella creazione (anche su misura) di scatole delle meraviglie che sono delle piccole Wunderkammer portatili per tutti i gusti richieste in particolare dai Giocatori dei GRV (giochi di ruolo dal vivo) o in inglese LARP (Live Action Role Playing) che le utilizzano per i loro giochi/messe in scena molto scenografiche.

(altro…)

Bestiario, Roberto Bricchi

Il bestiario di ROBERTO BRICCHI

Roberto Bricchi è uno milanese con diploma ottenuto presso la Scuola d’arte del Castello Sforzesco, si occupa di scenografie per set fotografici e spot pubblicitari ma è impegnato anche nella scultura per la creazione di forme tridimensionali come tombstone (oggetti che celebrano eventi finanziari, fusioni tra aziende, ecc.) e i fantastici animali della serie “Bestiario”.

(altro…)

Natasha Nicholson

L’artista nel suo museo – NATASHA NICHOLSON

Dal 1988 l’artista Natasha Nicholson ha iniziato la sua ricerca sulle “Camere delle Curiosità” che ha avuto il suo apice con la mostra al Museo di Arte Contemporanea di Medison (MMoCA).
L’esposizione intitolata “The Artist in Her Museum” si è svolta dal 22 Agosto al 8 Novembre 2015 e con i suoi originali assemblaggi è stata in grado di coinvolgere il pubblico in una rinascita contemporanea delle Wunderkammer.

(altro…)

Animal Preserve, Iain Baxter&

I peluche in vasetto di IAIN BAXTER&

Come in parte già visto nel Museo Naturale di Berlino con la Wet Collection i barattoli con gli animali imbalsamati “sotto spirito” o formalina, ma anche organi umani o feti deformi, spesso facevano parte delle collezioni di una Camera delle Meraviglie. Il loro aspetto bizzarro e macabro provocava molto interesse da parte di medici e scienziati, ma ai giorni nostri si è tramandato questo uso?

Sicuramente si, ma l’artista canadese, Iain Baxter& ha reinterpretato a modo suo questa usanza.

(altro…)